REVERSE ENGINEERING

Il Reverse Engineering è la tecnica con la quale otteniamo un modello virtuale di un oggetto (o di essere vivente) ottenuti con uno scanner 3D o una Tac.

L’oggetto può essere misurato ricorrendo alla scansione 3d con scanner laser, a luce strutturata o con una tomografia computerizzata.

Alcune delle nostre specializzazioni:
- body auto, moto, nautica
- oggettistica di qualunque materiale
- persone
- oggetti dettagliatissimi

I dati misurati con questi metodi rappresentano una nuvola di punti nello spazio: questi dati devono essere processati in ‘reverse’ con appositi software che li trasformano in 3D editabili.

Il reverse è spesso usato dalle aziende per verificare lo sviluppo dei prodotti (congruità) analizzare le caratteristiche meccaniche con dei simulatori (fem) e fare una stima dei costi (stampi o prototipazione) ma anche introdurre delle variabili in prodotti preesistenti (automotive) o ricavare delle forme geometriche da oggetti preesistenti (design o architettura).

In ambiente ‘organico’ molti scultori (artisti, cinema animator, modellisti) stanno scoprendo lo scanner 3d come passaggio irrinunciabile nel loro tool di strumenti.

Infine uno spazio sempre maggiore è il terreno sperimentale del custom-made per la protesica: dentale, maxillofacciale, protesica articolare o placche di ricostruzione